Home » News » La figlia occidentale di Edo

La figlia occidentale di Edo

La figlia occidentale di Edo - AISTUGIA

novità editoriale

Scritti in memoria di Giuliana Stramigioli a cura di Andrea Maurizi e Teresa Ciapparoni La Rocca

Questo libro nasce dal desiderio di ricordare Giuliana Stramigioli (1914-1988), una delle prime orientaliste italiane, docente di Lingua e letteratura giapponese presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Roma “La Sapienza” dal 1965 al 1985. Un percorso professionale e di vita, quello di Giuliana Stramigioli, caratterizzato da forti passioni e molteplici interessi che la spinsero prima ad assumere un ruolo di primo piano nella diffusione della cultura italiana in Giappone (dove soggiornò
per circa un trentennio) e poi della cultura giapponese in Italia.

Nel 1949 fonda a Tokyo la Italifilm, assumendone la direzione e selezionando per la mostra del cinema di Venezia il film Rash- omon (1950) di Kurosawa Akira, che con questa pellicola vinse nel 1951 il Leone d’oro come miglior film. Come studiosa di letteratura giapponese, il suo nome è soprattutto legato allo studio e alla traduzione di alcuni tra i più importanti gunki monogatari (“racconti di guerra”) dell’Evo medio giapponese, quali lo Ho-gen monogatari (Storia [dell’era] Ho- gen), lo Heiji monogatari (Storia [dell’era] Heiji) e il Masakadoki (Storia di Masakado).

Nel 1973 fu tra i soci fondatori dell’AISTUGIA (Associazione Italiana per gli Studi Giapponesi).