Home » News » I “Classici” come Patrimonio dell’Umanità?

I “Classici” come Patrimonio dell’Umanità?

I “Classici” come Patrimonio dell’Umanità? - AISTUGIA

Venezia, 23 settembre 2019

I “Classici” come Patrimonio dell’Umanità?  Problematiche e potenzialità del “textual heritage” in Asia orientale e oltre

Cosa significa applicare il concetto di cultural heritage a un testo letterario, e in particolare ai testi premoderni? Quali nuove prospettive di ricerca è possibile immaginare attraverso un dialogo tra i cosiddetti “critical heritage studies” e discipline “tradizionali” che hanno nel testo scritto il proprio principale oggetto di studio, come filologia o storia, ma anche la gestione del passato come archeologia o architettura?
Prendendo come caso di studio il meta-discorso letterario del Giappone tra l’VIII e il X secolo, in questo incontro vedremo come il riuso e l’appropriazione creativa del “passato” – ovvero la creazione dei “Classici” e dei canoni letterari – può rappresentare un perfetto esempio di heritage making, necessario e funzionale alla negoziazione e consolidamento di identità nazionali, transregionali o locali, non solo in un quadro contemporaneo, ma anche nella prospettiva diacronica di una “history of heritage” ancora da scrivere.

Università Ca' Foscari Venezia